Occupa attualmente parte dell'area che fronteggiava la "porta a mare", vale a 

dire l'ingresso della città che si apriva nelle

mura, all'altezza dell'odierna Via Felice Cavallotti.

Qui si trovava anche un ufficio del dazio, uno dei più importanti della città.Si affaccia a 

Piazza Mentana il cinema teatro Civico che è certamente uno dei locali di 

spettacolo più antico della città.

 

 

La prima pietra fu posta il 6 luglio 1840 mentre era sindaco Lorenzo Federici, 

nello scavare le fondazioni, nell'angolo a mare della facciata, si misero in luce i resti di un antico pontile d'attracco, risalente ad un'epoca che vedeva la linea di spiaggia in posizione molto arretrata da quell'ottocentesca.

 

Il Politeama Duca di Genova, che tanto aveva contribuito a far decadere il Civico, 

doveva essere abbattuto per la realizzazione del piano regolatore; al suo posto doveva

sorgere Piazza Verdi, così come la vediamo oggi. 

Il Teatro Civico ospitò al piano terra anche la biblioteca civica nata nel 1898 per la fusione con quella della Società d'Incoraggiamento, e trasferita nel 1906 nel Palazzo Crozza di Corso Cavour.

Poi con la demolizione del Politeama scoccò l'ora del Teatro Civico.