La Lanterna di Genova

 

 

 

 

E se gue penso
 
   E partito senza un soldo e giÓ a trent'anni  e forse di pi¨ Ŕ andato per mettere i soldi in banca.
  Per poter un giorno ritornare e farsi una bella casa con i rampicanti nel giardino,la cantina piena di vino e una amaca attaccata all'albero come letto per riposare alla sera e al mattino.
   Ma il figlio gli diceva non ci pensare ! cosa ci ritorni a fare a Genova?
   Ma se ci penso vedo il mare... il porto ...e la piazza Annunziata ,vedo la lanterna e la cava sopra il mare.
   Vedo alla sera Genova illuminata. rivedo la foce e si sente il perpetuo rumore del mare e allora penso ancora di ritornare e lasciare le ossa nella mia terra.
   E passato il tempo anche troppo, suo figlio gli diceva stiamo bene dove vuoi andare padre,pensiamoci dopo ormai sei vecchio e per viaggiare non ti conviene.
   Eh no,no,non mi sento ancora in gamba sono stanco e non ne posso proprio pi¨. Sono stufo di sentire " Se˝or Carramba " Io voglio ritornare a Genova.
   Tu sei nato in questo paese e ti parlo spagnolo,io sono nato genovese e non mi arrendo.
   Ma se ci penso.vedo il mare.......il porto e la piazza Annunziata,vedo la lanterna e la cava sopra il mare.
 
Fonte: Libera traduzione di canzone C. Pietrobono
  l