Santuario della Agostina

 che prende il nome  in ricordo della leggenda secondo la quale il 10 maggio 1531, una certa Agostina Maraschi, recatasi in un suo bosco di castagni e attirata da un forte bagliore, trovò fra i rami un quadro con l'immagine della Madonna. L'immagine  fu subito ritenuta miracolosa, ma la leggenda dice che il giorno dopo il ritrovamento il quadro sparì dal luogo dove la popolazione l'aveva riposto, quasi a voler dimostrare che la Vergine stessa voleva la costruzione di un Santuario proprio in quel luogo.Le notizie circa la primitiva cappella rimandano al 1607, l'edificio attuale è una grande costruzione che ingloba la primitiva cappella.Secondo la tradizione , fino a qualche tempo fa si poteva vedere all'interno della Chiesa, il vecchio tronco di castagno su cui sarebbe apparsa la Madonna. A livello della strada si presenta come una stretta fessura una Grotta, lo sviluppo di questa caverna è in prevalenza obliquo per un dislivello di -8,50 m.,ma non è mai stata oggetto di studi particolari.

 

 

 

 

 

 

La Sprugola.com
Copyright © 2000-2002

 

 

 

      

 

 

Altare dell'antico oratorio sec. XVI della Madonna dell'Agostina

 

Foto:Ermanno Maggiani