Deve il suo nome alla famiglia che ivi possedeva un palazzo o, più semplicemente per il fatto che, attraverso questa via, si accedeva alla strada che conduceva all'omonimo paese posto sulle alture ad Ovest della città. Era una via che già in epoca medioevale rivestiva notevole importanza nel nucleo urbano spezzino.

 

Palazzo Biassa.

Situato a destra della chiesa di Santa Maria è ora sede della Cassa di Risparmio.

Era proprietà della famiglia di cui fece parte Baldassare Biassa, capitano nella flotta della Repubblica fin dal 1475.Nel 1503, eletto comandante del Papa Giulio II, diventò persona di sua fiducia per tutti gli incarichi di carattere navale.

 

L'ammiraglio trascorse l'ultimo periodo della sua vita in questo palazzo, dove morì, per poi essere sepolto nella chiesa di Santa Maria. Nel 1553 il palazzo ospitò per una notte Caterina De' Medici; la futura regina, infatti, si trovava di passaggio alla Spezia per recarsi in Francia per assistere al matrimonio della nipote.Tramontata la fortuna della famiglia, il palazzo fu diviso in diverse proprietà e anche in parte abbattuto per permettere l'apertura dell'attuale Corso Cavour nei primi decenni del secolo l'edificio fu acquistato dalla Cassa di Risparmio della Spezia, permutandolo con Palazzo Crozza, ora sede della Biblioteca U.Mazzini