E' una delle principali arterie della città.Parte dai giardini delimitata a oriente Piazza Verdi e si snoda lungo il pendio della collina concludendo nei pressi della stazione ferroviaria.Al suo inizio,ai giardini si trova il Jolly Hotel costruito dal 1954 al 1956.

 

La strada con ampie curve passa sotto le mura del castello e passa sotto il vecchio nucleo della città: il Poggio. A monte di questa curva esisteva un edificio già convento,scuola pubblica,ricovero anziani e infine per pochissimo tempo, museo archeologico della Spezia, è stato interamente distrutto dai bombardamenti dell'ultima guerra.La chiesa era dedicata a S. Cecilia e le monache erano di clausura, iniziato nel 1953  lo abitarono nel 1648 , fu soppresso nel 1798 ad opera della Repubblica Ligure.

 Più avanti,attigua all'ex- convento sorge la sede dell'Accademia Lunigianese di Scienze G. Cappellini progettato dall'architetto Manlio Costa inaugurato il 27 ottobre 1929.

 

Attigua all'ingresso dell'Accademia si apre la scalinata che conduce alla Chiesa del Sacro Cuore,retta dai frati  Cappuccini.La chiesa fu iniziata, in zona pressoché deserta nel 1926 e finita nel 1931.Si chiamava tempio votivo del Sacro Cuore progettato dall'ingegnere Gino Bacigalupi.

Più avanti sulla sinistra, ha sede l'Istituto Professionale di Stato Industrie ed Attività Marinare Domenico Chiodo.

La via termina in Piazza Saint Bon.